Capelli struttura colore e crescita

Peli e capelli


I peli si distinguono in: peli terminali e peli del vello; quelli terminali sono più spessi e pigmentati, invece quelli del vello sono più sottili, corti e privi di pigmentazione.
I capelli sono in grado di riparare dai raggi UV e dai traumi e sono indicatori d’inquinamento, perché assorbono le sostanze nocive ambientali.

Follicolo pilifero


Esso è formato dal pelo e dalle guaine e comincia a formarsi nel feto già al secondo mese di gravidanza e continueranno a formarsi per tutto il periodo. La parte del pelo fuori dalla cute si chiama fusto, invece quella che sta all’interno si chiama radice.
La parte più bassa si chiama bulbo, che contiene il pelo ed è avvolto dalla guaina epiteliale.


Ogni pelo è formato dal midollo, dalla corteccia e dalla cuticola. Nei capelli biondi la melanina si trova solo nella cuticola, invece nei capelli scuri è presente anche nello strato midollare. Nei capelli rossi la melanina è formata da pigmenti solubili diffusi.

Da cosa è dovuto il colore dei capelli?


È dovuto dalla presenza di melanociti nello strato basale del bulbo pilifero e dalla quantità di melanina che si produce.
Per esempio nei capelli scuri si trova l’eumelanina, invece in quelli biondi si trova la feomelanina. Con il passare degli anni, i melanociti diventano sempre più deboli, fino a bloccare la formazione di melanina, per questo motivo i capelli diventano bianchi.


Di solito questo fattore comincia a essere evidente intorno ai quarant’anni, ma può anche avvenire prima e questo dipende dalla genetica.
A seguito di un trauma, i peli terminali sono più sensibili all’ingrigimento, rispetto a quelli del vello. Dopo un forte stress, problemi di salute e in seguito ad altri fattori, può avvenire un diradamento dei capelli, causato dall’accorciamento del ciclo di vita dei peli più spessi, che cadono e rimangono quelli maggiormente sottili e senza pigmento. Un esempio di patologia che porta questi processi è l’alopecia, che può essere androgenetica o areata.

Crescita dei capelli


Il ciclo dei capelli è formato da tre fasi:

  • Anagen: crescita che determina l’allungamento;
  • – Catagen: blocco della crescita;
  • – Telogen: quando il pelo cade ed è in fase di riposo;


Negli maggior parte degli animali, i bulbi piliferi hanno un periodo di forte caduta e un periodo di forte ricrescita per il cambio di stagione. Invece nell’uomo, il bulbo pilifero ha un ciclo vitale diverso che non ci permette di renderci conto del rinnovamento della peluria.
Nei capelli la fase di anagen è molto lunga e di solito dura 4 anni, invece le altre due fasi (catagen e telogen) durano qualche settimana.


Per quanto riguarda invece gli altri peli, la fase di anagen è più corta e proprio per questo motivo, non raggiungono lunghezze importanti.
Quando inizia la fase di catagen, si verifica un indebolimento del follicolo, si blocca le melanogenesi, infatti per questo motivo la parte iniziale del capello è bianca. Quando inizia la fase di telogen, nel bulbo rimane la matrice. A seguito di questa ultima fase, avviene di nuovo quella di anagen, in cui il bulbo si rinforza di nuovo e inizia a crescere il nuovo pelo.

Curiosità sui capelli


I capelli di solito sono dai 100 ai 150 mila e questo dipende anche dalla nazionalità e dall’età. Chi ha i capelli biondi per esempio, ha più capelli rispetto a chi li ha più scuri.


La forma dei capelli dipende dal bulbo: se è circolare, i capelli tenderanno a crescere dritti, se invece è leggermente schiacciato, il pelo crescerà maggiormente ondulato.

prodotti sponsorizzati

Integratori

Cosmetici