Ginseng proprietà benefici e controindicazioni

Il Panax ginseng, o Panax quinquefolius, noto comunemente come ginseng, appartiene alla famiglia delle Aralicee, provenienti dal Canada, dagli Stati Uniti d’ America e dalle regioni Asiatiche.


Dalle tante tipologie di ginseng, con funzioni differenti a seconda della sua origine, quella più usata è il Panax ginseng, originario della Cina e Corea.
Il ginseng è una radice energizzante, digestiva e rinvigorente; considerata inoltre una soluzione naturale per molte tipologie di malattia, oltre a ridurre il processo di invecchiamento cellulare.

Proprietà del ginseng


Le proprietà del ginseng toniche e adattogene, sono importanti per l’ aumento della resistenza dell’ organismo contro lo stress psicofisico, in quanto favoriscono il rafforzamento del sistema immunitario, nervoso ed endocrino, migliorando inoltre le funzioni sia della mente che fisiche.
L’ azione del ginseng permette, infatti, di liberare il cortisolo, ovvero l’ ormone della stanchezza, favorendo in tal modo la reazione positiva del corpo alla fatica mentale e fisica.


La sua caratteristica di adattogeno vegetale, permette al ginseng di migliorare il funzionamento dell’ organismo, oltre a resistere a specifici agenti pericolosi di origine chimici, meccanici, fisici, biologici e meccanici.
Una particolare proprietà che caratterizza il ginseng è quella afrodisiaca; a tale riguardo delle ricerche pubblicate sul Journal of Impotence Research, afferma che, assumera una sola compressa contenente ginseng risolve i problemi legati all’ impotenza; evitando in tal modo l’ assunzione di trattamenti farmacologici.
Ulteriori, importanti proprietà del ginseng sono:


• Antiossidante
• Probiotiche
• Anticangerogene
• Antinfiammatorie
• Miglioramento delle funzioni riguardanti la memoria
• Diminuizione dei sintomi legati alla menopausa
• Radioprotettive
• Ipocolesterolemiche
• Antipiretiche


Benefici del ginseng


I benefici del ginseng sono legati soprattutto al diabete di tipo 2; studi scientifici hanno infatti accertato la presenza nella sua composizione delle proprietà ipoglicemizzanti, che favoriscono il trasporto al fegato del glucosio, diminuendo il suo livello epatico aumentandone l’ uso sia nei muscoli che in altri tessuti.
Per poter usufruire correttamente dei benefici legati al ginseng è consigliata assumere la dose giornaliera di estratto secco, non superiore a 200 grammi, o da 0,5 fino a 2 grammi giornalieri di radice secca.
Ulteriori benefici riguardano: una migliore capacità psicologica, aumento della potenza del sistema immunitario.



Controindicazioni del ginseng


In caso di assunzione eccessiva di ginseng possono essere manifestarsi i seguenti effetti collaterali:
• Aumento del battito cardiaco
• Irritabilità
• Perdita del sonno
• Sensazione di tremolio
• Dolori alla testa e al collo
• Cattiva digestione


Inoltre si consiglia di non assumere in nessun modo ginseng, nei casi in cui si presenta un effetto di intolleranza anche per uno solo dei suoi componenti, oltre a persone con importanti patologie psichiatriche.
Per i soggetti affetti da diabete è utile un consulto medico, che approvi la loro assunzione di ginseng; in quanto la sua somministrazione favorisce un abbassamento del livello glucolico nel sangue.
Ovviamente tale controindicazioni si manifestano in maniera non uguale per tutti, ma soggettiva; inoltre il manifestarsi di problemi digestivi legati al ginseng, si collegano in maniera prevalente dall’ assunzione di dosi eccessive di estratto secco.


Controindicazioni che possono manifestarsi sono inoltre:
• Bocca secca
• Secchezza delle labbra
• Manifestazioni euforiche
• Comportamenti irrequieti
• Irritabilità
• Sensazione di tremolio
• Manifestarsi di palpitazioni cardiache
• Vista oscurata
• Dolore alla testa
• Perdita del sonno
• Aumento della temperatura del corpo
• Aumento dei valori della pressione delle arterie
• Manifestazione di edema
• Mancanza di fame
• Capogiri
• Diminuizione della frequenza cardiaca
• Cianosi facciale
• Prurito
• Convulsioni
• Crisi epilettiche


Per prevenire ulteriori controindicazioni è importante evitare l’ assunzione di ginseng a soggetti con età non superiore a 14 anni, in casi di presenza di patologie che causano la coagulazione sanguigna e ipertensione delle arterie.


Oltre ad essere evitata nei casi di gravidanza e nel periodo di allattamento.
Infine è necessario fare attenzione all’ assunzione di ginseng in caso di utilizzo associato a warfarin, ipoglicemizzanti presi per via orale, insulina iniettabile, assunzione di ormoni e altri specie di elementi stimolanti.