Sistema Muscolare

Il nostro corpo è di enorme complessità, e ci permette di svolgere tutte le principali funzioni grazie ad appositi sistemi, insieme di organi per svolgere specifici compiti. Per mantenere la stazione eretta e per camminare, i due sistemi principali che entrano in gioco sono quello scheletrico e, soprattutto, quello muscolare.
Quest’ultimo, attraverso il processo di contrazione muscolare, permette di nutrire i vari tessuti e muscoli e consente il movimento del corpo.


Ma come avviene la contrazione?


In modo esemplificativo, le fibre che compongono un determinato muscolo vengono attivate da un input proveniente dal sistema nervoso, portando allo scorrimento di queste fibre l’una sull’altra e generando così una forza che arriverà poi al muscolo e ne consentirà il movimento.


Da qui si può subito parlare della importante distinzione che esiste tra i muscoli volontari ed i muscoli involontari e tra i muscoli antagonisti ed agonisti.

  • i muscoli volontari sono quelli che si muovono in base alla propria volontà, quindi dopo aver ricevuto l’apposito segnale nervoso. Sono composti da un tessuto muscolare striato e legati alle ossa tramite appositi tendini.
  • i muscoli involontari sono quelli non diretti direttamente dal cervello, che si contraggono automaticamente, composti da tessuto muscolare liscio, tranne il cuore, che ha un tessuto atipico striato. Esempi di muscoli involontari sono quelli dell’apparato digerente, della vescica, dei bronchi ecc.
  • i muscoli agonisti sono quelli implicati direttamente nel movimento che si vuole svolgere, e che quindi noi andremo a contrarre nel dettaglio.
  • i muscoli antagonisti sono quelli che si attivano automaticamente in un movimento che non richiede la loro effettiva presenza. Essi hanno una funzione di sostegno ed equilibrio.

Per spiegare meglio quest’ultima differenza, prendiamo come esempio gli squat a corpo libero. E’ un esercizio multiarticolare, ma che mira a lavorare nello specifico i quadricipiti, quindi la parte anteriore della coscia. Durante l’esercizio, però, si attiveranno anche i bicipiti femorali, i muscoli della coscia posteriore, che assicureranno di mantenere una corretta postura ed equilibrio durante l’esercizio.
E’ per questo che spesso sentiamo lavorare anche altri muscoli oltre a quelli specifici su cui ci stiamo concentrando.

  • Le principali funzioni del sistema muscolare
    Abbiamo visto in cosa consiste e la differenza delle principali tipologie di muscoli. Elenchiamo ora brevemente tutti i principali vantaggi e funzioni che il sistema muscolare ha per il nostro corpo:
  • ci permette di muoverci nello spazio, muovendo le parti dello scheletro, le ossa;
  • permettono di mantenere stabile la temperatura corporea, generando calore grazie all’ATP;
  • hanno funzioni emotive, visto che i muscoli facciali ci permettono di esprimere in modo non verbale emozioni e stati d’animo interni;
  • consentono il movimento e la contrazione automatica di organi fondamentali all’interno del nostro corpo, come il cuore;
  • infine, hanno una importante funzione di protezione degli organi interni più sensibili, come per esempio la parete addominale.

prodotti sponsorizzati

Integratori

Cosmetici

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *