Torace anatomia e funzioni

Torace: cos’è e dove si trova?

Il torace è la sezione del tronco umano collocata tra il collo e l’addome; essa garantisce la sua stabilità mediante la presenza delle spalle, da cui è connessa l’inserzione degli arti superiori (in ordine braccio, gomito, avambraccio e mano). Dal punto di vista anatomico, il torace è definito da una linea invisibile e puramente convenzionale che ha inizio a partire dall’apice della settima vertebra cervicale. Le pareti dell’area così designata, inoltre, sono caratterizzate dalla presenza delle costole – localizzate nella zona posteriore – dai muscoli intercostali e dalle scapole. La figura immaginaria così definita ha da sempre permesso di immaginare il torace come un tronco di cono cavo che riveste un ruolo fondamentale per il funzionamento della macchina organica del nostro corpo.

Quali sono le funzioni del torace?

La conferenza toracica delimitata dalla presenza delle costole è uno degli elementi di maggior rilievo diagnostico per valutare la corretta funzionalità respiratoria dell’individuo. Il motivo? La mobilità dell’area costale, infatti, permette di misurare con millimetrica precisione i diametri toracici sia nella fase di inspirazione sia in quella di espirazione (attraverso un esame noto sotto il nome di toracometria). In questo modo, i professionisti possono avere a portata di mano un’analisi altamente incisiva circa la funzionalità respiratoria del soggetto. Il torace, inoltre, presenta le seguenti sotto-sezioni:

il mediastino: l’area collocata tra la colonna vertebrale e lo sterno, nonché sede di cuore (e pericardio, la sua membrana più esterna), e grandi vasi sanguigni (aorta e vene cave tra i tanti);
i due polmoni: la sezione toracica ai lati del mediastino la cui membrana protettiva è definitiva pleura (elemento che dà il nome al liquido pleurico, derivante dall’area tra i due lembi della sottile membrana che ricopre i polmoni).


Quali sono gli organi toracici? Come sono organizzati dalla medicina?

La cavità toracica presenta una vasta gamma di organi appartenenti a diversi apparati e sistemi: la struttura cava, infatti, è il fulcro da cui affluisce il centro dell’apparato circolatorio (cuore e grandi vasi), il sistema nervoso, definito dal nervo vago, quello endocrino – con la presenza del timo – e i due apparati più importanti del funzionamento organico (respiratorio e digerente). Di conseguenza, è naturale immaginare come i medici abbiano studiato con estrema precisione diagnostica le modificazioni strutturali del torace, le quali possono derivare da un malfunzionamento del sistema polmonare piuttosto che di quello cardiaco.

Torace e patologie: le moderne ricerche mediche

Quali sono gli strumenti che vengono oggigiorno impiegati per far luce sulla natura della condizione del paziente? In primo luogo, l’area toracica è spesso soggetta a malattia infiammatorie e/o degenerative che vanno trattate con estrema cura. Tra gli esami di diagnostica più efficaci, è doveroso ricordare la radiografia, la tomografia computerizzata (TC) e la risonanza magnetica per immagini (RMI), che sono entrate di diritto negli esami basici a cui vengono sottoposti i pazienti che denunciano svariate forme di dolore al petto.

prodotti sponsorizzati

Integratori

Cosmetici