Unghie: struttura crescita e patologie

Cosa sono le unghie?


Le unghie sono delle produzioni dell’epidermide e sono situate sulla parte dorsale delle dita delle mani e dei piedi. Grazie a loro è facilitata la presa degli oggetti piccoli, come un ago. Conferiscono sensibilità perché il letto ungueale è formato da nervi che fungono da protezione.

Qual è la loro struttura?


Le unghie sono formate da diverse parti: matrice, lamina, pliche ungueali, iponicchio e letto ungueale.
La matrice ungueale è formata da melanociti e cheratinociti ed è molto importante perché forma la lamina ungueale. Essa si distingue in: matrice dorsale, intermedia e ventrale. La parte visibile della matrice ungueale si chiama lunula e appare sulla base dell’unghia, come una mezzaluna di colore bianco.


La lamina ungueale si trova tra le pliche ungueali e generalmente è di forma rettangolare. Essa è formata da corneociti pieni di cheratina ed è la parte più visibile. La durezza dell’unghia è dovuta proprio alla presenza di cheratina. La lamina dell’unghia è porosa ed è formata da acqua.
La parte dell’unghia che non è attaccata al letto ungueale si chiama margine libero dell’unghia.
Le pliche ungueali circoscrivono la lamina ungueale; lo strato superficiale da origine all’eponicchio cioè la cuticola ed evita il passaggio dei germi e dei funghi.


Il letto ungueale si trova sotto la lamina ed è formato da epidermide e il derma è altamente vascolarizzato. La parte esterna del letto ungueale è formato da due strati di solchi e creste che permettono l’aderenza delle due strutture.
L’iponicchio si trova sotto il margine libero tra il letto ungueale e la punta delle dita, proteggendo dalle aggressioni esterne.

La crescita dell’unghia


Essa è dovuta dalla produzione delle cellule presenti nella matrice, che sono situate in un modo tale da far crescere le unghie non in spessore, ma in lunghezza.
Le unghie delle mani crescono più rapidamente rispetto a quelle dei piedi e quelle dei pollici sono quelle che crescono più velocemente.

Patologie delle unghie


I disturbi possono provocare variazioni della struttura, della funzionalità e del colore.
Le trasformazioni principali che si possono riscontrare sono legate all’invecchiamento e al passare degli anni e si manifestano con striature verticali e l’ingrossamento dell’unghia. Per quanto riguarda invece le patologie dell’unghia, potrebbero essere associate all’utilizzo di detergenti molto aggressivi, come il sapone dei piatti e ai cosmetici.
Le trasformazioni del colore dell’unghia può essere causata dagli smalti delle unghie di scarsa qualità o dal fumo.


Quando questa variazione si presenta in una sola unghia, di solito il problema è locale, quando invece il problema si presenta su tutte le unghie, molto probabilmente si tratta di una malattia interna.
Le più frequenti sono:


– Una patologia dell’unghia molto diffusa è l’anonichia che consiste nell’assenza della lamina ungueale.
– La micronichia è caratterizzata dalla presenza di un’unghia molto piccola, causata dall’infiammazione della matrice.
– La leuconichia è caratterizzata dalla presenza di macchie di colore bianco e può essere dovuta a patologie della cute, carenze nutrizionali o altre patologie.
– Con la melanonichia il colore dell’unghia presenta un colore scuro a causa dell’accumulo di melanina. È causata da infezioni di muffe, lieviti o da traumi.
– L’onicofagia non è proprio una patologia, ma è l’atto di mordersi le unghie, che causa una modifica della forma e questo è pericoloso, perché il letto ungueale è scoperto e può causare l’insorgenza d’infezioni.
– L’onicolisi è la psoriasi dell’unghia ed è caratterizzata dal distacco totale o parziale della lamina ungueale.
– L’onicomicosi è caratterizzata da un’infezione causata dai miceti.

prodotti sponsorizzati

Integratori

Cosmetici